Categoria di prodotto
Area di applicazione
Effetto di luce
Categoria di prodotto
Area di applicazione
Effetto di luce

Museo Storico Alfa Romeo

Informazioni sul progetto


La sede del Museo Alfa Romeo di Arese nel corso del 2015 ha cambiato veste e riaperto al pubblico con un allestimento completamente rinnovato che è l’espressione distintiva del DNA Alfa Romeo. Il progetto di riqualificazione del complesso direzionale Alfa Romeo di Arese nasce dall’esigenza di ripensare la struttura degli ambienti e dei percorsi secondo nuove necessità rispetto al Museo storico disegnato dai fratelli Vito e  Gustavo Latis e inaugurato il 18 dicembre 1976. La struttura museale originaria – una palazzina suddivisa in sei semipiani su livelli sfalsati – era stata costruita di fianco al Centro Direzionale di Arese ed aveva quindi  una posizione interna allo stabilimento che limitava la fruibilità della collezione. Dopo la fine dell’attività produttiva, nel 2011 il Museo viene chiuso ai visitatori. Partendo dalla necessità di conservare l’impianto originario, il progetto di riqualificazione di Camerana & Partners si è posto l’obiettivo di ripensare  l’architettura del complesso secondo nuove funzioni. In accordo con i Beni Culturali, si è lavorato sul principio dell’innesto: le nuove forme/funzioni diventano segni del contemporaneo, incastonati  nell’architettura degli anni 60. L’edificio, che dista pochi chilometri dalla città di Milano e all’area Expo, è stato caratterizzato dall’inserimento di una struttura rossa che attraversa tutto il complesso: dalla pensilina  che accoglie i visitatori, passando dall’area d’ingresso, fino all’inizio del percorso espositivo con il nuovo  volume della scala mobile. Quest’ultimo elemento, ben visibile dall’autostrada nel suo “rosso Alfa”, è il simbolo della rinascita del Museo: un segno moderno, incastonato nell’architettura degli anni ’70, che risolve  il rapporto necessario tra storia e contemporaneo.  L’essenza del marchio è condensata in tre principi: la Timeline, che rappresenta la continuità industriale; la Bellezza, che unisce stile e design; la Velocità, sintesi di tecnologia e leggerezza.
 
A ogni principio corrisponde un piano del museo. Per tutti questi piani è stato utilizzato un prodotto speciale il Laser Blade System 53 con i moduli Laser Blade High Contrast e Low Contrast, modificati con un aggancio speciale che  permette l’inserimento di un binario standard equipaggiato poi con proiettori Palco DALI per l’illuminazione  d’accento delle vetture e degli oggetti esposti. Il viaggio attraverso il mito si chiude con un finale ludico e spettacolare: le “bolle emozionali” dedicate all’esperienza del mondo Alfa Romeo, con filmati a realtà virtuale  e una sala-cinema in cui il visitatore, seduto su poltrone interattive, può assistere alla proiezione 4D di filmati  dedicati ai leggendari successi Alfa.
 
In questa area il Laser Blade System 53 è utilizzato senza i proiettori.  Incastonato nel cuore del percorso museale, un cilindro trasparente attraversa tutti i piani e raffigura, in un’esplosione di luci e suggestioni, il DNA Alfa Romeo. E’ un prodotto speciale sviluppato interamente dalla iGuzzini in collaborazione con il Centro Stile FCA. La realizzazione del prodotto speciale DNA ha richiesto la modifica della struttura meccanica, un estruso d’alluminio, dell’Underscore oltre ad una modifica della parte LED per riuscire a creare l’”effetto fuga”, un movimento elicoidale discendente con rapidi spostamenti della  luce. Questa scultura di luce è gestita da un sistema di controllo DMX Master Pro Evo. All’interno di questo grande cilindro sono state posizionate delle scritte che riportano i nomi delle vetture che hanno fatto la storia dell’Alfa Romeo, illuminate da Linealuce posizionati a terra e che riescono a coprire quindi un’altezza di circa  12 metri.  Per quanto riguarda l’illuminazione esterna sono stati utilizzati i prodotti Wow per l’illuminazione della viabilità di raccordo e i Linealuce per illuminare il marchio Alfa Romeo posto sulla sommità dell’edificio.  Underscore InOut, inoltre, è stato utilizzato anche per sottolineare graficamente l’esterno dello show room Jeep. L’ultimo modello di Jeep, allestito nell’esterno è invece illuminato da proiettori Miniwoody con ottiche sia flood che spot, per enfatizzare scenograficamente il brand sulla fiancata dell’auto. 
 

Stai lavorando ad un progetto simile?

Contattaci

  • Year:
    2015
  • Client:
    Alfa Romeo
  • Progetto architettonico:
    Studio Camerana & Partners
  • Progetto Illuminotecnico:
    E.L. Engineering