Categoria di prodotto
Area di applicazione
Effetto di luce
Categoria di prodotto
Area di applicazione
Effetto di luce

Nuova illuminazione esterna del Sacro Convento di Assisi

About Project

Il nuovo impianto è stato acceso alla presenza del Papa, in occasione del 25° anniversario della giornata di riflessione, dialogo e preghiera per la pace, il 27 ottobre 2011.

Le richieste da parte del Sacro Convento sono state fondamentalmente di due tipologie: la prima ridurre il consumo energetico del vecchio impianto che utilizzava proiettori con lampada alogena da 1000 W per illuminare le pareti verticali del Sacro Convento, mentre i portici erano illuminati sempre da proiettori alogeni da 150 W; l’altra richiesta è stata invece ottenere una illuminazione omogenea di tutto il complesso che lo evidenziasse e riuscisse a raccontare, anche durante la notte, l’aspetto diurno del complesso. Tutto ciò è stato ottenuto con 85 proiettori Maxiwoody con potenze tra 150 e 250 W e 90 Miniwoody 20 W HIT per l’illuminazione dei portici. Due iPro sono stati invece utilizzati per illuminare l’ingresso della Basilica inferiore, posizionandoli sulle colonne più esterne dell’atrio rinascimentale. L’apparecchio Maxiwoody è stato scelto perché estremamente versatile: è disponibile con molte potenze ed ottiche oltre a poter montare moltissimi accessori con cui il flusso luminoso può essere indirizzato, schermato, ampliato.

Le difficoltà maggiori affrontate sono state legate alla altezza delle superfici da illuminare e alla distanza limitata a cui, in alcuni casi dovevano essere posizionati i proiettori. Sulle mura del lato Ovest si doveva illuminare una altezza di 50 metri: l’uniformità è stata ottenuta grazie all’utilizzo delle ottiche medium per illuminare la parte più alta e dell’ottica wide flood per la parte più in basso. Gli stessi proiettori illuminano poi tutta l’estensione della mura che comprendono il Palazzo Sud, sia il Refettorio Grande che il Dormitorio dei Frati, collegato alla Basilica Inferiore. Lungo questa grande superficie è stato utilizzata solo un'unica volta un’ottica superspot puntata sulla scultura che rappresenta il papa Sisto IV. Per l’illuminazione delle mura sono state utilizzate le potenze maggiori, i 250 W, per la Chiesa 150 W. Anche per la facciata della Basilica Superiore si voleva una illuminazione uniforme e si è deciso di attenuare le ombre nelle arcate del piccolo corridoio laterale alla facciata oltre che le ombre delle bifore e trifore del Campanile. Per l’illuminazione del campanile i proiettori con sorgenti luminose a ioduri metallici da 150 W sono posizionati sopra il tetto del cortile interno.

La sorgente utilizzata è la Mastercolor con temperatura colore di 3000 K. Questa sorgente luminosa è stata utilizzata anche sostituendola nei vecchi proiettori che in alcune posizioni particolari non sono stati sostituiti.

Working on a similar project?

Contattaci

  • Year:
    2011
  • Client:
    Sacro Convento di Assisi

Prodotti usati:

The Blade

Restiamo sempre affascinati dalla bellezza. La bellezza è ciò che conferisce immortalità alle cose.
hidden button