Categoria di prodotto
Area di applicazione
Effetto di luce
Light Source
Categoria di prodotto
Area di applicazione
Effetto di luce
Light Source

Un nuovo vestito per il Gran Teatro di La Habana

About Project

Carità, Educazione, Musica e Teatro sono loro le statue marmoree protagoniste della facciata del Gran Teatro de La Habana Alicia Alonso. Situato nel cuore pulsante della città, il Gran Teatro è sede del Balletto e dell’Opera Nazionale di Cuba ed è parte del monumentale Palazzo del Centro Gallego (1915), opera dell’architetto belga Paul Belau. Nel Gennaio 2016 questo edificio, che è stato costruito per ospitare le attività sociali cittadine, è tornato in scena con una nuova veste di luce, cucita e studiata per destare meraviglia e forte senso teatrale. Un cambio d’abito, dal giorno alla notte, disegnato da suggestivi giochi di luci e ombre. L’architettura è grandiosa, ricca di elementi in stile Neobarocco, con motivi sinuosi e linee curve; molteplici sono i dettagli architettonici che si alternano e possono essere percepiti totalmente solo dopo innumerevoli letture. Per far risaltare i contrasti e i particolari che l’edificio presenta, l’illuminazione architetturale è stata studiata giocando con le diverse temperature colore dei corpi illuminanti con sorgenti LED, passando da temperature di colore calde, pari a 2700K a temperature fredde pari a 4000K. In una prima fase di progetto sono quindi state sviluppate foto-realizzazioni dell’edificio, raffiguranti gli effetti luminosi che si possono ottenere, da poter sottoporre all’attenzione del Ministero della Cultura della Repubblica di Cuba, a cui sono seguiti i primi mockup in sito per permettere al cliente di percepire la qualità della luce e i risultati raggiunti. La scelta illuminotecnica di adottare proiettori con temperatura di colore fredda, inusuale a Cuba, per accentuare gli elementi protagonisti della scena, come le quattro statue in marmo bianco e le varie componenti decorative, ed una temperatura di colore calda per illuminare gli elementi del corpo centrale, ha generato una armonia e pulizia formale di grande impatto. La scelta dei prodotti garantisce un ottimo indice di resa cromatica e le dimensioni ridotte dei corpi illuminanti hanno reso agevole l’installazione anche su superfici articolate e con vincoli strutturali. I giochi di contrasti netti tra luci ed ombre sono realizzati con proiettori iPro: sono state utilizzate ottiche spot per un’illuminazione proiettata dal basso verso l’alto per disegnare la “silhouette” dell’edificio e ottiche medium flood con temperatura colore calda per una percezione di luce morbida e una separazione tra oggetto e sfondo. Per conferire verticalità all’edificio le lesene, che scandiscono un ritmo ben definito, sono state illuminate con Linealuce Compact a LED a 4000 K con ottica Wall-Grazing. Illuminando in radenza, dal basso verso l’alto e utilizzando la lente grazer che presenta una parte micro-strutturata da un lato in modo da poter controllare l’emissione iniziale della luce diretta, l’effetto luminoso che si ottiene è uniformemente sfumato sulla superficie e permette al nostro occhio di proseguire nella lettura dei dettagli, di seguire lo spettacolo messo in scena anche sulla facciata dell’edificio.

Stai lavorando ad un progetto simile?

Contattaci

  • Year:
    2016
  • Client:
    Ministero della Cultura della Repubblica di Cuba
  • Progetto architettonico:
    Paul Belau (1915)
  • Progetto Illuminotecnico:
    O.H.C.H. La Habana
  • Photographer:
    Enrique Torres Acevedo

The Blade

Restiamo sempre affascinati dalla bellezza. La bellezza è ciò che conferisce immortalità alle cose.
hidden button