Ricerca il codice

Trova rapidamente i codici prodotto di cui hai bisogno applicando i filtri sulla nostra intera gamma prodotti.

Trova i codici
Code Finder

The Light Laboratory

Il Light Laboratory, è un edificio di circa 6000 mq progettato come ampliamento della sede iGuzzini Illuminazione, a Recanati, che dopo un lungo periodo di gestazione ed elaborazione è stato completato nel 2010, mentre i lavori per l’auditorium si sono chiusi nel 2011. L’edificio, nel suo complesso, è costituito da 4 piani fuori terra, di cui tre dedicati agli uffici destinati alla progettazione dei nuovi prodotti ed alla ricerca, mentre il piano terra accoglie le salette di formazione – riunione e la zona catering.

Al piano interrato, attorno alla grande sala auditorium si sviluppa lo show-room, uno spazio appositamente studiato per mostrare la luce ed i suoi effetti attraverso i prodotti realizzati dall’azienda.

iGuzzini illuminazione aveva richiesto all’architetto un edificio multifunzione, con una morfologia non sofisticata, un “cubo” capace di inserirsi ed integrarsi con il complesso industriale esistente e che nel contempo fosse concepito nel rispetto dei più moderni requisiti di efficienza energetica e di sostenibilità ambientale.

Il progetto del complesso sistema di architettura ed impianti messo a punto ha permesso di ottenere una efficienza energetica del 30% inferiore rispetto a quella di un edificio simile che impiegasse una tecnologia tradizionale.

L’illuminazione artificiale contribuisce all’abbattimento del consumo energetico. Gli ambienti di lavoro sono illuminati dagli apparecchi Wide con UGR<19, mentre gli spazi di passaggio sono illuminati da Deep Laser. Nella zona della reception invece sono utilizzati apparecchi Deep Frame.
L’auditorium è illuminato da tre diverse tipologie di incassi LED per non avere ingombri visivi sul soffitto e per poterle utilizzare e gestire a seconda delle esigenze che si possono avere durante convegni e meeting. Gli incassi Reflex assicurano l’illuminazione generale e sono affiancati a Pixel Plus che forniscono invece illuminazione d’accento. Sui corridoi dei lati, sui percorsi, sono installati Deep Laser per assicurare i livelli di illuminamento richiesti dalla normativa.

I percorsi esterni e la zona di ingresso all’area industriale sono illuminati da apparecchi su palo UFO, mentre l’edificio che durante il giorno ha un aspetto molto lineare, assolutamente privo di elementi decorativi, durante la notte si anima con un’illuminazione dinamica e colorata ottenuta con apparecchi Linealuce RGB  installati nell’intercapedine delle facciate con doppia pelle.

L’architetto Varratta ha affrontato tutti gli aspetti che devono rispondere a criteri di sostenibilità ambientale per massimizzare il livello di sostenibilità ambientale definito dal sistema di certificazione Sustainable Building Challenge certificato dall’istituto iiSBE (international initiative for Sustainable Built Environment).

Tale sistema permette di valutare in modo oggettivo e misurabile le prestazioni energetico- ambientali degli edifici assegnando un punteggio finale al livello di sostenibilità raggiunto dall’edificio. Il punteggio globale di sostenibilità raggiunto dal quartier generale iGuzzini secondo questo metodo di certificazione è di 3,5 (in una scala da -1 a 5), che corrisponde al valore più alto registrato fino ad oggi per un edificio per uffici in Italia.

Alcuni degli elementi con cui si è raggiunto questo risultato sono: l’utilizzo di sistemi passivi per il controllo della temperatura e della luce naturale, l’utilizzo di fonti rinnovabili di energia (è stato realizzato un impianto fotovoltaico integrato), utilizzo di un impianto a scambio geotermico ad acqua di falda per la produzione di acqua calda.
 


Stai lavorando ad un progetto simile?

Contattaci

  • Anno
    2010
  • Committente
    iGuzzini Illuminazione s.p.a.
  • Design
    Maurizio Varratta, Luca Massone (project manager) Valentina Noli, Stefano Russo, Valentina Fenoglio
  • Progetto architettonico:
    Maurizio Varratta architect
  • Progettazione strutturale:
    Favero & Milan Ingegneria
  • System design: Manens Intertecnica S.r.l. Acoustic design: Müller BBM