Code Finder

Trova rapidamente i codici prodotto di cui hai bisogno applicando i filtri sulla nostra intera gamma prodotti.

Trova i codici
Code Finder
News 

La luce intelligente di iGuzzini per la Royal Academy of Arts

Royal Academy of Arts

Grazie alla tecnologia BLE, nuova luce per i capolavori dell’arte a Londra

Dopo l’Ultima Cena di Leonardo Da Vinci e la Cappella degli Scrovegni di Giotto a Padova, iGuzzini ha completato il prestigioso progetto d’illuminazione alla Royal Academy of Arts di Londra, uno dei principali centri al mondo dedicati alle arti visive che ospita ora “Carlo I: Re e collezionista”, la straordinaria collezione di opere già visitata dal Principe Carlo e dal Primo Ministro Theresa May.
 
Mercoledì 28 marzo, la Reynolds Room dell’Accademia londinese ha ospitato la presentazione ufficiale del progetto illuminotecnico introdotto dalla voce di Andrew Sedgwick, Lighting Director di Arup che ha approfondito l’aspetto della progettazione illuminotecnica, Giorgio Pierini, Design Liaison Manager di iGuzzini UK che ha trattato il tema dalla prospettiva del produttore e Claire Sadler, Supervisore delle operazioni immobiliari della Royal Academy che ha espresso il punto di vista della committenza.
La luce intelligente di iGuzzini per la Royal Academy of Arts
Il progetto, inaugurato il 23 settembre 2017 con la mostra di Jasper Johns "Something Resembling Truth", è stato commissionato dall'Academy alla società di ingegneria ARUP che ha scelto iGuzzini per concretizzare il piano di riqualificazione volto a produrre un risparmio energetico e garantire grande flessibilità di allestimento, riducendo al minimo le necessità di manutenzione dell’impianto. L’intervento ha previsto l’installazione di 1500 proiettori LED Palco iGuzzini, la cui tecnologia brevettata Opti Beam Lens produce un fascio di luce uniforme e ben definito e privo di aberrazioni cromatiche. Una peculiarità dei proiettori è la sostituibilità dei singoli componenti che facilita la possibilità di manutenzione e aggiornamento tecnologico dell’apparecchio, rendendo quindi il sistema totalmente ‘future-proofing’. Le soluzioni scelte, con temperatura colore pari a 2700 K - in continuità con le sorgenti alogene, tuttora presenti in alcune aree della Royal Academy- e un elevato indice di resa cromatica (IRC 97) anche per tonalità critiche come il rosso (R9>90), consentono di esaltare le sfumature cromatiche delle opere esposte e migliorare le loro condizioni conservative.
 
Come è stato confermato dai relatori e dai visitatori che sono intervenuti durante la serata, così come anche dalla rivista di settore Lux Review, il nuovo sistema di illuminazione intelligente è riuscito a soddisfare le richieste in termini di prestazioni, manutenzione, efficienza, sostenibilità e facilità d'uso ottenuta grazie al ricorso all’interfaccia Bluetooth Casambi che permette il controllo della luce tramite App. Il sistema è inoltre predisposto per la tecnologia iBeacon, quindi potenzialmente in grado di inviare informazioni testuali direttamente nei device elettronici delle persone che si trovano in prossimità dell’area coperta dal beacon. Questa funzionalità potrebbe essere impiegata come ausilio informativo per trasmettere in tempo reale ai visitatori informazioni sulle opere esposte o notifiche di altro tipo.

https://www.royalacademy.org.uk/
 
La luce intelligente di iGuzzini per la Royal Academy of Arts
photo by Peter Athawes
PreviousNext
More news